More then usual

Tour Filippine - Imbarcazione tipica attraccata sulla spiaggia

Tour delle Filippine: paesaggi da sogno e retaggi coloniali

Filippine: Un arcipelago di 7107 isole incastonate nel blu dell'oceano, orlate da spettacolari spiagge, dove si innalzano vulcani ancora attivi ed alte montagne dalle pendici ricoperte da foreste. Questo e molto altro sono le Filippine! Questo bellissimo arcipelago, compreso fra Taiwan a nord ed il Borneo a sud, si insinua come una striscia di terra fra il Mar Cinese Meridionale ad ovest e l'Oceano Pacifico ad est. Ancora poco conosciute e per nulla frequentate dal turismo di massa, alle Filippine si possono trovare delle isole che sono dei veri e propri angoli di paradiso!
Ciò che colpisce subito chi visita le Filippine è, oltre alla straordinaria varietà di paesaggi, la sorprendente molteplicità di popoli e culture, che convivono pur rimanendo fedeli alle proprie tradizioni. Ne sono testimonianza le terrazze di riso di Ifugao, realizzate con tecniche antichissime che si tramandano da secoli.
Da ricordare inoltre che le Filippine sono l'unico stato cattolico in estremo oriente, retaggio di quattro secoli di dominazione spagnola, le cui testimonianze sono ben visibili ovunque.

Filippine: nel Triangolo d'oro della biodiversità

Le Filippine sono posizionate nel vertice del cosiddetto "Triangolo d'oro", l'area con la più alta biodiversità del pianeta. Infatti è qui possibile trovare oltre 500 tipi di coralli, 3000 specie di pesci e migliaia di invertebrati, di cui circa un terzo endemico. I fondali delle Filippine sono considerati uno dei paradisi della macrofotografia per la presenza di una moltitudine di soggetti molto particolari per forme, dimensione e colori. Ma non mancano aree dove si possono fare incontri emozionanti con i grandi pelagici, come, ad esempio, nel Mare di Sulu, ad est di Palawan. Tra le moltelici aree di immersione ricordiamo la zona di Puerto Galera, situata a sud di Manila, l'Isola di Cebu dove si trovano località come Molaboal, l'Isola di Bohol e l'Isola di Balicasag. A sud di Cebu si trova l'isola di Negros con siti come Dumaguete, Apo Island e Sipalay. Per chi è appassionato di relitti, da non perdere Palawan dove è possibile effettuare immersioni tra i relitti delle navi giapponesi affondate durante la Seconda Guerra Mondiale. 

Viaggio nelle Filippine: nel cuore di un vero paradiso terrestre

7000 isole sparse tra l’Oceano Indiano, il Mar Cinese Meridionale e il Mar di Celebes, delle quali soltanto 2000 sono abitate. Ecco le Filippine, che devono il nome a Filippo II, re di Spagna, e che vantano un patrimonio naturalistico unico e ancora incontaminato, fatto di oltre 500 specie di volatili, 8000 fiori e tantissimi animali rari. E poi montagne di foreste verde smeraldo, fiumi, vulcani e delle spiagge il cui colore passa dal bianco borotalco al nero. Questo paradiso terrestre è stato scoperto da Ferdinando Magellano nel 1521. Dopo la dominazione spagnola e il protettorato statunitense, le Filippine divennero indipendenti nel 1946, con capitale Manila, sull’isola di Luzon. Le Isole Filippine sono un territorio ancora in larga parte incontaminato, dove vivere una vacanza all'insegna del relax nei meravigliosi resort che sorgono lungo le coste, ma anche avventurarsi alla scoperta di panorami mozzafiato lungo percorsi di trekking nell'entroterra o lasciarsi avvolgere dalla meraviglia delle barriere coralline dai mille colori che circondando le varie isole ospitando una varietà di creature acquatiche senza eguali.

Manila

La città di Manila, capitale delle Filippine, è oggi una grande metropoli che conta oltre 10 milioni di abitanti. Si estende lungo la foce del fiume Pasig, sulla costa ovest della Baia di Manila, sull’isola di Luzon ed è stata quasi tutta costruita sopra i depositi delle alluvioni trasportati dal fiume. Simbolo dell'anima cosmopolita che caratterizza tutto il paese, Manila è ricca di attrazioni che non mancano di affascinare i visitatori interessati alla cultura, al folklore e alla storia locale. Nel cuore della città, sorge Intramuros, la cittadella dalle mura pentagonali eretta dagli spagnoli, che al suo interno ospita palazzi, scuole e chiese dall'inconfondibile stile architettonico, nonché le rovine del bastione Fort Santiago. Altri siti amati dai turisti sono lo spettacolare Rizal Park, il grande giardino che sorge vicino la costa e che ospita molte delle specie vegetali caratteristiche della flora delle Isole Filippine, ma anche degli incantevoli giardini cinesi e giapponesi. Così come il Baywalk, la passeggiata di fronte alla Baia di Manila dove si ammira uno dei tramonti più spettacolari del mondo. Da non perdere una visita alla Cattedrale di Manila, la Minor Basilica of the Immaculate Conception e della splendida chiesa di St. Augustin.

Isola di Luzon

La principale delle Isole Filippine è una tappa obbligata durante un tour del paese e, d'altra parte, il suo affascinante territorio offre una sintesi della grande varietà di panorami e di esperienze che è possibile sperimentare viaggiando attraverso l'arcipelago. Dalle meravigliose coste sabbiose a quelle dove le scogliere rocciose si tuffano nel mare, alle vedute sull'ipnotico paesaggio creato dai terrazzamenti che ospitano le risaie nella pianura di Banaue, definite come “l’ottava meraviglia del mondo”. Sono colossali piantagioni scavate lungo i fianchi delle colline dalle tribù indigene e danno l’impressione di scale che salgono verso il cielo. la forza della natura dell'Isola di Luzon esprime a pieno la magia del territorio delle Filippine. Luzon non ospita solo la grande metropoli di Manila, ma anche piccoli centri come la romantica Vigan, cittadina dalle atmosfere barocche che simboleggia a perfezione il passato coloniale dell'isola, e villaggi tribali. Una curiosità: Luzon ospita la più alta concentrazione di specie animali uniche al mondo, una vera e propria manna per i ricercatori. Secondo le ipotesi, la mancanza di predatori e il fatto di non essere mai stati in contatto con la terraferma ha facilitato il processo evolutivo con la creazione di nuove specie, come la volpe volante dal capo dorato, il pipistrello più pesante del mondo e il pipistrello del bambù, così minuscolo che vive all’interno della canna di bambù.

Isola di Cebu

La chiamano “La regina del Sud” per la straordinaria storia che contraddistingue la capitale dell’isola di Cebu, vale a dire Cebu City, ricca di bellissime vestigia coloniali, e scoperta da Ferdinando Magellano nel 1521. Cebu e l'omonima città che sorge sull'isola uniscono lo spettacolo senza eguali di spiagge dalle sabbie bianche e impalpabili e mari dalle acque cristalline alla bellezza del centro urbano più antico delle Isole Filippine. Le meravigliose coste di Cebu sono strette nell'abbraccio tra le rigogliosa vegetazione tropicale e la barriera corallina brulicante di vita, che le rendono una meta da sogno per gli amanti del diving e dello snorkeling, da praticare soprattutto a Moalboal, Malapascua e nel sud dell’isola verso Lilo-an. Nella città, è possibile visitare diversi siti storici, da Fort San Pedro alla Basilica del Santo Nino, ma anche musei che raccontano la cultura e custodiscono l'arte delle Isole Filippine, come il Museo di Cebu City. Per una vista spettacolare sulla città e dintorni, ideale salire sulle colline, al Top View per ammirare il paesaggio sia di giorno sia di notte. Cebu è anche ideale per lo shopping, per acquistare le famose chitarre cebuane, manufatti in conchiglia, legno o pietra, nonché prodotti tipici come i mango disidratati o il pesce essiccato. Ma è anche tappa obbligata per chi ama la gastronomia, perché qui si prepara il famoso Lechon Cebu, un gustosissimo maiale arrosto cucinato con erbe e altri ingredienti locali. Cebu City è famosa per la vita notturna, grazie agli ottimi bar, club e discoteche aperti fino alle ore piccole.

Isola di Bohol

Nell’arcipelago delle Visayas c’è un'isola che ospita uno dei luoghi simbolici delle Filippine: si tratta di Bohol e delle sue Chocolate Hills, ovvero le colline di cioccolato, una regione caratterizzata da una vera e propria rarità naturale. Sono oltre 1200 colli verdeggianti dal profilo molto dolce, che occupano circa 100 chilometri quadrati, create dall’azione erosiva esercitata dall’acqua piovana che insieme alle stratificazioni di corallo e conchiglie fossili hanno creato queste collinette alte al massimo 120 metri. Il nome Chocolate Hills è stato dato perché nella stagione calda assumono il colore del cioccolato. Molto affascinante anche la foresta di Bilar, habitat del tarsio, il primate dai grandi occhi che vive solo in alcune regioni del sud-est asiatico. Minuscolo, lungo massimo 160 mm e non pesa più di 160 grammi è però capace di compiere salti di 5 metri … Tra le spiagge più belle quelle di Balicasag, località famosa per lo snorkeling osservando le tartarughe di mare e Virgin Island, con una spettacolare lingua di sabbia che entra per un centinaio di metri nel mare. Infine, prendendo parte ad una gita in barca lungo il corso del fiume Laboc, è possibile raggiungere le spettacolari Cascate Busey, immerse in una vegetazione lussureggiante.

Isola di Borocay

La meravigliosa Borocay è una delle isole più famose delle Filippine: lunghe e ampie spiagge dalle sabbie bianchissime si tuffano in una mare dall'azzurro intenso, con lunghe palme che completano la cornice di questo paradiso tropicale. Le spiagge più belle, oltre a quella famosa di White Beach sono Puka Beach, praticamente desertica e Diniwidi beach, anche questa molto isolata e davvero incantevole per la sabbia del color del borotalco. Borocay ospita strutture turistiche esclusive, ma anche tanti ristoranti dove assaporare il meglio della cucina filippina e locali dedicati alla vita notturna.

Isola di Negros

Fuori dai sentieri battuti, poco conosciuta e molto autentica è Negros, isola che si trova nell’arcipelago delle Visayas, nella parte centrale delle Filippine. Famosa soprattutto per essere l'isola delle piantagioni di canna da zucchero, è caratterizzata da foreste incontaminate, splendidi lidi e fonti termali. Le sue spiagge sono molto diverse tra loro e si possono trovare anche sabbie di colore nero, quindi vulcanica perché qui si trova uno dei vulcani più attivi del Paese, il Kanlaon. Ideale per chi cerca una vacanza tranquilla e lontana dalla quotidianità. Sull'isola sorge la piacevole cittadina di Dumaguete, con la sua romantica passeggiata lungomare e il Vecchio Campanile, mentre la località turistica più famosa è Sipalay, con ristoranti di pesce e belle spiagge.

Isola di Palawan

“Isola più bella del mondo” … “Regina dei mari” queste sono soltanto alcune delle definizioni che sono state date all’isola di Palawan dai lettori di prestigiose riviste di viaggi negli ultimi anni. Fondali marini dai colori vivaci, rocce e grotte calcaree che emergono dalle acque color smeraldo e una cornice di foreste impenetrabili: l'Isola di Palawan è una delle più selvagge e incontaminate dall'arcipelago a cui dà il nome. Tra le spiagge più belle, El Nido un paradiso terrestre sperduto nel mare Cinese meridionale, sulla punta nord, El Nido è un insieme di isolotti corallini e incantevoli baie nascoste tra le scogliere di arenaria bianca che emergono dal mare color smeraldo. Tra queste spicca la Baia di Bacuit di El Nido, con i suoi paesaggi magici, barriere coralline e lagune intonse. Ma ci sono anche Secret Lagoon Beach e The Coral Garden, dove è possibile fare indimenticabili immersioni osservando tartarughe, balene, razze, squali e pesci tropicali dai mille colori, sono soltanto alcune dei luoghi più belli dell’isola che oltre alle incredibili spiagge non è da meno per quanto riguarda la natura terrestre. Qui hanno trovato il loro habitat naturale molti animali inn via di estinzione come lo stranissimo orso gatto (binturong) il coccodrillo delle Filippine o lo Scoiattolo della Sonda, che si possono osservare al Palawan Wildlife Rescue and Conservation Center che si trova nella capitale di Palawan, Puerto Princesa, dove un altro appuntamento imperdibile è al Giardino delle farfalle. Puerto Princesa, il moderno centro cittadino capoluogo dell'isola, ospita la cattedrale dall'inconfondibile facciata decorata di azzurro e il Fiume Sotterraneo di Palawan, detto anche Underground River il più lungo fiume sotterraneo navigabile che nel 2011 l’Unesco ha posto tra le nuove 7 Meraviglie della Natura. Si trova nel Parco nazionale di St. Paul Subterranean River abitato da oltre 160 specie di uccelli e tantissime di mammiferi e rettili, inclusi i varani.

  • HOTEL & RESORT ALLE FILIPPINE Selezione dei resort alla Filippine sceltiper voi
  • INFORMAZIONI UTILI Nome completo del paese: Repubblica delle Filippine Superficie: 300.000 kmq, oltre 7.000 isole Capitale: Manila Lingua: ufficiale filippino, vengono inoltre parlate francese, inglese e spagnolo ...
  • LOCALITA' MANILA La capitale delle Filippine, che vanta oltre 10 milioni di abitanti, è situata sulla costa est della baia di Manila sulla più grande delle isole delle Filippine: Luzòn.&...
  • DIVING ALLE FILIPPINE Le Filippine sono posizionate nel vertice del cosiddetto "Triangolo d'oro", l'area con la più alta biodiversità del pianeta. Infatti è qui possibile trovare o...