Il paese dalle 1000 Pagode

Il Myanmar, ex Birmania, è affacciata sul Golfo del Bengala e sul mar delle Andamanne, confina con Bangladesh, Thailandia, Cina e Laos, dopo il colpodi stato el 1988 è controllato dai militari. Grazie o a causa della chiusura del paese causata dalla dittatura militare il Myanmar è il paese orientale meno occidentalizzato e che sembra aver perso ogni contatto con il presente.  Il paese è percorso da molti fiumi che formano grandi pianure, la metà del paese è coperto di pianure e la coltivazione principale è il riso. Il Myanmar non a caso è chiamato il paese delle 1000 pagode, solo a Bagan si contano oltre 2000 templi.  La religione nel corso dei secoli ha influenzato l'arte e la cultura quindi le stupende pagode dorate che si stagliano verso il cielo, maestosi templi, monasteri, tanta cultura e misticismo ed una popolazione sorridente e generosa questo vi aspetta in Myanmar. 

A causa della sua storia, la Birmania è un Paese ancora sottosviluppato che presenta molte aeree di estrema povertà. Nel nostro piccolo vorremmo offrirvi la possibilità di aiutare, anche con poco e senza sforzo. Invitiamo quindi chiunque voglia partecipare a portare: medicine, t-shirts, vestiti vecchi, articoli scolastici, giocattoli ecc. per i poveri. Si possono distribuire personalmente durante il viaggio (con la mediazione della Vostra guida) o darli al nostro corrispondente all’arrivo. Sarà loro cura  consegnarli ai bisognosi. Ugualmente alla fine del tour potete liberare la valigia di tutto quello che volete lasciare in Birmania.

IMPORTANTI INFORMAZIONI SUL MYANMAR 
Causa enorme aumento del traffico turistico dall’Asia, dovuto al miglioramento della vita e delle possibilità economiche dei popoli asiatici, e alle compagnie Low Cost che connettono Yangon con la Thailandia, Singapore, Malesia ecc. gli alberghi, che sono ancora pochi, sono ora sempre pieni, ed è diventato molto difficile trovare posto, dalle suites alle guest house! Questo ha fatto sì che le tariffe degli hotel si siano addirittura triplicate. La Birmania rimarrà una destinazione cara finchè non si apriranno nuovi hotels per supplire alla grande richiesta. Preghiamo prendere nota della nuova situazione e cercare di prenotare con largo anticipo.

Nota bene
1) Le visite possono eventualmente essere cancellate e i voli possono subire ritardi o cancellazioni per motivi indipendenti dalla nostra volontà e quindi al di fuori della nostra responsabilità.
2) I ristoranti locali scelti, nonostante l’aspetto modesto di alcuni di essi, sono a oggi i migliori disponibili nelle varie località. Offrono menu birmano-cinesi.
3) Le guide locali hanno studiato la lingua italiana da autodidatti o con l'aiuto della nostro corrispondente  o di italiani residenti. Poichè questo Paese per lungo tempo non è stato aperto a scambi internazionali, i libri e la conoscenza sono spesso limitati. Preghiamo quindi essere pazienti, e basare il proprio giudizio sulla disponibilità e buona volontà messe nell'espletare al massimo delle loro possibilità il loro servizio.
4) Ricordiamo che il Paese è ancora retrogrado e antiquato, e anche a causa di anni di pesanti sanzioni internazionali, non si è adeguatamente sviluppato come il resto dell'Asia. Le strutture (dalle linee aeree ai trasporti agli hotels e ristoranti) come le strade, le barche locali ed i mezzi di trasporto, non sono all’altezza degli standard internazionali.
5) Causa il boom turistico recente inoltre manca personale qualificato che parli inglese.

Il Myanmra è una delle parti del mondo che più ha conservato intatte le proprie tradizioni. Per la cultura locale ogni forma di esternazione di sentimenti, negativi o positivi che siano, è considerata estremamente volgare e maleducata. Se doveste avere un problema, cercate di non arrabbiarvi ma risolvete la cosa con calma. Sorrisi e dolcezza porteranno più frutto. È offensivo: toccare la testa delle persone, puntare con i piedi per indicare persone o case o templi, ecc.. Le donne non possono toccare i monaci o stargli accanto, o sedersi in posti davanti o in posizione più elevata di dove siede il monaco.

Ogni Popolo ha le sue tradizioni, usi e costumi; per quanto diversi e incomprensibili ci possano sembrare, devono essere rispettati e sono un interessante stimolo a guardare la nostra vita in modo diverso. Ricordiamoci che siamo "ospiti".