Nome completo del paese: Repubblica delle Isole Fiji

Superficie: 18.270 kmq

Capitale:  Suva

Popolazione: 51% indigeni delle Fiji, 44% indiani, 5%  varie etnie 

Lingua: inglese (uff.), figiano, hindi

Religione: 52% cristiana, 38% induista, 8% musulmana, 2% sikh e altre religioni

Ordinamento dello stato: repubblica parlamentare

Passaporto: necessario, con almeno sei mesi di validità.

Visti:  viene rilasciato all'arrivo un visto gratuito di  120 giorni, è necessario  essere in possesso del passaporto valido per almeno tre mesi dalla data di rientro  e del biglietto aereo di andata e ritorno.

Vaccinazioni: nessuna obbligatoria.

Fuso orario: +11 ore rispetto all'Italia che diventano +10 quando in Italia vige l’ora legale

Elettricità: 240V, 50Hz

Pesi e misure: sistema metrico decimale

Valuta: dollaro Figiano (1€ = 2,2FJD circa)

Clima: le Fiji hanno un clima mite durante tutto l’anno, il periodo migliore per visitare le isole è da maggio ad ottobre ( la stagione secca ) quando le temperature sono più fresche e l’umidità è più bassa, la stagione delle piogge va da novembre ad aprile e sia le temperature che l’umidità sono più elevate.

Matrimonio nelle Isole Fiji: molti cittadini italiani, residenti in Italia, scelgono di sposarsi nelle isole Figi. Per evitare inconvenienti  consultare la pagina web dell’Ambasciata d’Italia in Canberra al seguente link http://www.ambcanberra.esteri.it/Ambasciata_Canberra/Sedi_accreditate/Fiji/Matrimonio_Figi/ . Per poter contrarre matrimonio nelle Figi occorre chiedere le pubblicazioni di matrimonio presso il Comune di residenza in Italia. Una volta arrivati a Figi gli sposi devono avanzare formale richiesta di matrimonio alle autorità locali almeno due settimane prima della data prescelta per il rito. Gli Uffici di stato civile (Registrar’s Office) a ciò abilitati sono situati nelle città di Suva, Nadi, Lautoka e Savusavu. All’istanza, da presentarsi preferibilmente immediatamente dopo l’arrivo, dovrà essere allegato il certificato di nascita di ciascuno degli sposi (è preferibile richiedere al Comune il certificato di nascita redatto su modello internazionale plurilingue che non richiede di essere tradotto), oltre al certificato di stato libero. Per maggiori approfondimenti si rimanda al seguente link www.fijiembassydc.com/default.asp?contentID=529
Per poter essere trascritto in Italia il certificato di matrimonio figiano dovrà essere legalizzato dal Ministero degli Affari Esteri della Repubblica di Figi (uffici a Suva, Lautoka o Nadi) tramite l'apposizione della "apostille" ai sensi della Convenzione dell'Aja del 5 ottobre 1961. Una volta legalizzato il certificato dovrà essere trasmesso all’Ambasciata d’Italia in Canberra che provvederà a tradurlo e legalizzarlo per la relativa trascrizione in Italia.

Consolato Onorario d'Italia a Lautoka
Console Onorario: Sig.ra Taeko Trabish Ruggiero
PO Box 5240 P
Lautoka, Fiji Islands
Tel: (+679) 664011 / 6662896
Cell.: (+679) 9996011
 

Torna indietro