Nome completo del Paese: Repubblica dell'Unione della Birmania o Repubblica dell'Unione del Myanmar

Capitale: Naypyidaw

Area Geografica: Asia, confina con Bangladesh, India, Cina, Laos e Thailandia

Popolazione: ca  51.500.000

Forma di governo  Repubblica parlamentare

Religione: la Birmania è un paese multi-religioso. La tradizione buddhista  theravada è la più diffusa è praticata da circa 89% della popolazione. Accanto alla religione buddistha i Birmani hanno il culto dei Nat che sono spiriti della natura che nella credenza popolare popolano montagne, alberi, fiumi e templi. Si crede che siano gli spiriti di chi ha subito una morte violenta e anticamente erano 36 a cui si sono aggiunti altri nei corsi dei secoli. Devono essere fatte offerte a questi spiriti almeno una volta al giorno per far si che non possano nuocere alla famiglia. I nastri rossi e bianche servono a invocare la loro protezione. 

Lingua ufficiale: Birmano, l'inglese è abbastanza diffusa nella classe medio alta del paese

Formalità d'ingresso: Passaporto, con validità residua non inferiore a 6 mesi dalla scadenza dal momento dell'entrata in Myanmar. Necessario visto d’ingresso da richiedersi presso l’Ambasciata dell’Unione del Myanmar a Roma. Viale di Villa Grazioli, 29 00198 Roma. Il visto turistico ha una validità di 28 giorni.
Dal 1 settembre 2014 è stata introdotta una  procedura online di richiesta di visto  per turismo che consente l’ottenimento del visto direttamente presso gli aeroporti internazionali del Myanmar (Yangon, Mandalay, Nay Pyi Taw). La nuova procedura  consente di far domanda di visto turistico della durata massima di 28 giorni e con entrata singola, previo pagamento del visto con carta di credito. Successivamente al pagamento viene trasmessa via email la relativa ricevuta, indispensabile per l’ottenimento del visto in aeroporto.

Formalità doganali: è obbligatorio dichiarare, all’entrata ed all’uscita dal Paese, qualsiasi valuta straniera il cui ammontare superi o sia equivalente al valore di 10.000 Dollari USA. I bagagli dei viaggiatori possono essere sottoposti a controlli accurati. Qualsiasi pubblicazione o materiale audiovisivo, considerato dalle Autorità locali di natura indecente o lesiva dell’interesse ed integrità del Paese, può essere sottoposto a sequestro. E’ obbligatorio dichiarare all’arrivo il possesso di eventuali gioielli (anelli, bracciali, collane, etc.) indicandone il valore.
Gli inadempienti potrebbero, al momento della partenza, essere sospettati di esportazione illegale di preziosi.
E’ illegale l’esportazione di oggetti di culto, di antiquariato e frammenti di monumenti. Si raccomanda di evitare di raccogliere frammenti di monumenti che apparentemente giacciono incustoditi. I controlli doganali sono particolarmente attenti e severi. L’acquisto di pietre preziose, gioielli e oggetti di valore, a solo scopo personale, deve essere effettuato esclusivamente presso negozi autorizzati, i quali sono tenuti a rilasciarne ricevuta, necessaria all’esportazione, da esibire alle autorita’ aeroportuali all’uscita del Paese. 
E’ consentito effettuare pagamenti  e  ritirare denaro in contante con carte di credito Mastercard e Visa;
Si consiglia vivamente ai viaggiatori di arrivare in Myanmar con sufficiente valuta in contanti preferibilmente Euro o Dollari USA di nuova stampa.

Fuso Orario: + 5,30 rispetto all’Italia, + 4,30 quando in Italia vige l’ora legale.

Unità di misura: Sono 3 i paesi al mondo che non usano il sistema metrico decimale tra questi la Birmania ( gli altri due sono Stati Uniti e Liberia). Le unità di misura Birmane sono locali 

Vaccinazioni: Nessuna vaccinazione obbligatoria. Consigliamo di portare medicinali per uso personale disinfettanti, repellenti per zanzare e creme solari. Per maggiori info consultare il proprio medico o la vostra ASL. 

Clima: Il periodo migliore per recarsi in Myanmar va da fine ottobre a fine marzo quando si trova la stagione secca con poche piogge e temperature gradevoli. Da aprile a giugno sono i mesi più caldi, da giugno ad ottobre il periodo molto umido e con piogge monsoniche. 

Valuta e cambio: kyat, il cambio può essere effettuato presso i numerosi sportelli di cambio, presenti anche all’aeroporto o  nelle banche operanti nel Paese. La valuta locale non è convertibile alla fine del viaggio ed ha corso legale esclusivamente in Myanmar, consigliamo quindi di cambiare il minimo indispensabile. 

Elettricità: 230 W, consigliamo di portare una torcia perchè possono verificarsi black out di corrente. Le prese possono essere di differenti tipologia quindi consigliamo di portare adattatore universale. 

Telefono: Per chiamare in Birmania il prefisso è 0095 La rete telefonica della Birmania e’ obsoleta e spesso i collegamenti sono difficoltosi.  Dal 2014 e’ stato attivato il GSM ma l’utilizzo di sim card provenienti dall’estero resta difficoltoso a causa del malfunzionamento del sistema di roaming internazionale. I telefoni italiano sono utilizzabili con sim card acquistate in Myanmar. E’ proibita l’importazione e l’utilizzo di telefoni satellitari. I costi di una telefonata internazionale sono molto alti ( circa 5 USD al minuto e vengono addebitate comunque per almeno 3 minuti, spesso la telefonata effettuata da telefono fisso viene addebitata anche se non si riceve risposta)  E’ bene informarsi sulle tariffe prima di effettuare una chiamata internazionale o di inviare un messaggio e-mail. Le connessioni Internet, benché alquanto lente e spesso inaffidabili, sono disponibili nei principali alberghi ed Internet Cafés. E’ possibile prendere in affitto, previo deposito a garanzia, carte telefoniche con o senza i telefoni cellulari presso gli sportelli presenti in aeroporto. 

Abbigliamento: Consigliamo abbigliamento comodo, pratico, leggero, senza dimenticare qualche capo più pesante, a seconda dei luoghi visitati e delle stagioni, un impermeabile leggero.  Bisogna rispettare le usanze locali in fatto di vestiario, soprattutto nei luoghi religiosi non bisogna indossare pantaloncini corti e canottiere. Nei templi è obbligatorio andare a piedi nudi (senza calze). Durante l'inverno (dicembre-febbraio), nello stato Shan (Pindaya, lago Inle), può essere piuttosto freddo nelle ore serali e di primo mattino, quindi può essere utile una giacca a vento o una felpa più pesante. 

Cucina: Un mix di piatti di diversa influenza, bamar, mon, cinese e indiana, di solito speziati e dal gusto piccante. Grande e squsita varietà di frutta tropicale.  Il riso è l'elemento fondamentale di ogni pasto birmano, insieme al curry (hin), a base di pesce, pollo, gamberi e montone. Le verdure solitamente sono cotte in padella o bollite,  diffuse  le zuppe di lenticchie e di zucca. 

Acquisti: Ricordiamo che è vietato esportare oggetti antichi. In  Myanmar avrete la possibilità di acquistare una grande e bella varietà di prodotti artigianali, dai  tessuti alle lacche e gli oggetti in bambù. Raccomandiamo cautela nell'acquisto di pietre preziose che in Birmania sono estratte in abbondanza (giada, rubini, zaffiri e smeraldi) e custodite la ricevuta attestante l'acquisto nei negozi autorizzati dal governo. 

Festività: Il Myanmar segue il calendario lunare di 12 mesi, di conseguenza le date dei giorni festivi e degli avvenimenti cambiano di anno in anno e le feste sono una grande occasione di divertimento. La festa dell’Indipendenza è il 4 gennaio e si tiene una fiera di 7 giorni. Nel periodo di febbraio/marzo ha luogo l’annuale festa della Shwedagon Paya e si tengono molte manifestazioni in ambito locale.

Ambasciata italiana in Myanmar: Ambasciata d’Italia a Yangon: No. 3, Inya Myaing Road, Golden Valley, Yangon (Myanmar) Tel.: (00951) 52.71.00 – 52.71.01

Torna indietro