VIENTIANE

Vientiane, la capitale del Laos che costeggia nella parte sud il fiume Mekong costituisce un melting pot di diverse culture e tradizioni: lao, cinesi, vietnamite, francesi e persino sovietiche.  Qui potrete ammirare la ricchezza di templi, quali il tempio della fortuna Wat Si Muang al cui interno risiede la divinità protettrice della città. Inoltre il monumento simbolo del Laos: That Luang, uno stupa secondo la leggenda popolare sede dello sterno del Buddha; il Palazzo Presidenziale, il Museo dell’Esercito Popolare di Lao che racconta la storia per la guerra d’indipendenza del paese ed infine il caratteristico quartiere cinese con il suo variopinto mercato Thong Khan Kham .

LOUANGPHRABANG

Louangphrabang situata a nord est della regione, conosciuta anche come Xawa deve il suo attuale nome alla donazione nel XII secolo dell’effigie del Buddha singalese il suo attuale nome. Dichiarata  patrimonio Unesco nel 1995 racchiude la tradizione ed il folklore della nazione. Potrete ammirare i numerosi templi, il principale è il  Wat Mai Suwannaphumanham con le sue pareti d’oro che raccontano il poema epico induista “Ramayana” e la penultima incarnazione del Buddha, il Wat Xieng Thong conosciuto come il monastero della citta d’oro, il quale ha una parete con un mosaico raffigurante l’albero della vita. Nei dintorni della città potrete  visitare, durante i weekend il villaggi  Ban Phanom, famoso per le lavorazioni tessili effettuate ancora con antichi telai e Ban Xang Hai conosciuto come il villaggio dei vasai per l’antica tradizione vasaia ed infine potrete addentrarvi nelle grotte di Pak Ou.

PAKSE

Pakse è una piccola località che sorge alla confluenza dei fiumi Don e Mekong, difatti proprio il suo nome significa letteralmente “ foce del fiume”. A differenza delle altre antiche  località è un piccolo agglomerato nato intorno agli anni del 1905, ma offre la possibilità di visitare numerosi piccoli santuari, tra cui il San Jao Suk Se, eretto nel punto preciso dove il Don incontra il Mekong e si può ammirare la magnifica vista del fiume. Potrete scoprire poi il Museo di storia locale e riscoprire le origini della città.

CHAMPASAK

Champasak, situata nel Loas meridionale contiene due grandi attrazione turistiche:  il Wat Thong, tempio della dinastia reale che custodisce le spoglie di quest’ultima ed il Wat Phu. Il Wat Phu è il tempio sacro per antonomasia per la nazione, situato sull’apice di una montagna sacra, rappresenta per la sua posizione e per la ricchezza di sorgenti che scorrono all’interno della montagna uno dei luoghi più spirituali e caratteristici del paese. Proseguendo per il fiume Don  si può raggiungere l’isola di Don Khong, non particolarmente conosciuta per l’importanza di siti archeologici bensì qui potrete ammirare come si svolge la vita quotidiana dei laotiani lungo il corso del fiume. Inoltre potrete addentrarvi tra cascate, gite in barca o intraprendere il sentiero di Ho Chi Minh sull’altopiano di Bolaven, 

Torna indietro