Le Filippine sono posizionate nel vertice del cosiddetto "Triangolo d'oro", l'area con la più alta biodiversità del pianeta. Infatti è qui possibile trovare oltre 500 tipi di coralli, 3000 specie di pesce e migliaia di invertebrati, di cui circa un terzo endemico.
I fondali delle Filippine sono considerati uno dei paradisi della macrofotografia per la presenza di una moltitudine di soggetti molto particolari per forme, dimensione e colori. Ma non mancano aree dove si possono fare incontri emozionanti con i grandi pelagici, come ad esempio, nel Mare di Sulu, ad est di Palawan. Tra le moltelici aree di immersioni ricordiamo la zona di Puerto Galera, situata a sud di Manila, Isola di Cebu dove si trovano località come Molaboal, Isola di Bohol, Isola di Balicasag. A sud di Cebu si trova l'isola di Negros con siti come Dumaguete, Apo Island e Sipalay. Per chi è appassionato di relitti da non perdere Palawan dove è possibile effettuare immersioni nei relitti delle navi giapponesi affondate durante la seconda guerra mondiale

BOHOL
Questa parte delle Filippine, fortunatamente ancora poco conosciuta e sfruttata dal punto di vista subacqueo, riserva sorprese anche ai subacquei più esperti. A cominciare dall’house reef a pochi metri dal diving dove la parete, dalla superficie, scende a circa 30 mt. abbellita da gorgonie, coralli molli ed enormi spugne a barile. Si potranno osservare cavallucci pigmei, mudibranchi e frogfish. A largo della costa, a circa 10 miglia, si trova una montagna sommersa che dagli abissi arriva fino a 12 mt. dalla superficie, siamo a Cervera Shoal luogo ideale per gli avvistamenti di grandi pelagici e per l’incontro con decine di serpenti di mare. A sudovest di Panglao si trova la piccola isola di Balicasag, lungo le sue pareti verticali si possono effettuare decine di immersioni tutte avvincenti e di grande varietà, fra le più belle di tutte le Filippine; attaccate alle pendici sommerse di Black Forest si trovano enormi ventagli di gorgonie e coralli a frusta ed alla profondità di circa 30 mt. si nuota in prossimità di una vera foresta di alberi di corallo nero, napoleoni, tonni, barracuda ed altri pelagici. A Rico’s Wall e Rudy’s Rock la proliferazione di coralli e spugne è straordinaria, non c’è centimetro della parete non colonizzato; qui si trovano grandi costruzioni di spugne ad “orecchio d’elefante” dalle colorazioni più stravaganti, un angolo imperdibile per i fotografi. Sulla punta sud di Panglao, a Duijo Point, si effettua un’elettrizzante immersione in corrente, fra foreste di gorgonie, spugne, alcionari, fitti banchi di pesci tropicali e squali grigi e pinna bianca. Infine a Cabilao Island, altro santuario del mare filippino, si incontrano squali pinna bianca, barracuda e nei mesi di dicembre e gennaio, squali martello.

BALICASAG
Balicasag è orlata da una piattaforma corallina larga da 10 a 50 mt. e profonda fino a circa 8 metri. La piattaforma termina al largo con una scarpata più o meno ripida ed in alcune parti con una vera e propria parete verticale che si inabissa fino a 80 mt. di profondità. E’ qui in queste acque il vero tesoro di Balicasag: fondali integri, ricchissimi di vita bentonica e di biodiversità, con una miriade di pesci corallini e numerosi banchi di carangidi e di barracuda. A Balicasag è possibile effettuare fra le immersioni più belle delle Filippine e l’area può essere suddivisa sostanzialmente in tre zone di immersione che si differenziano per orografia e popolazione animale e vegetale.
Costa Est: la foresta di corallo nero. Quest’area è caratterizzata da un’altissima biodiversità e dalla grande eterogeneità degli ambienti. E’ costituita da un graduale declivio a 45° che scende fino a 40 mt. di profondità. All’altezza dei 25 mt. si trova una delle maggiori attrattive di Balicasag: una incredibile foresta di corallo nero fra cui nuotano nuvole di pesci angelo, farfalla, pipistrello e bandiera.
Costa Nord: la Cattedrale. Quest’area presenta una parete verticale spettacolare che si inabissa dalla piattaforma corallina. In quest’area la copertura corallina è maggiore del 90%, la massima riscontrata nelle intere Filippine. La parete, ricchissima di grotte, rientranze e passaggi, è ricoperta di spugne, ascidie, crinoidi ed enormi ventagli di gogonie. Banchi di carangidi, barracuda ed altro pesce pelagico stazionano nelle acque aperte di fronte alla parete, mentre innumerevoli pesci corallini nuotano ovunque.
Costa Ovest: il Santuario Marino di Balicasag. Di fronte al resort e verso sud si estende la riserva marina, zona di riproduzione dei “bonitas”, i carangidi che popolano a migliaia queste acque. La parete qui si inabissa fino ad 80 mt., grandissima è la biodiversità che si riscontra, dal pesce di barriera a quello pelagico. Straordinaria la varietà di crinoidi, ascidie e spugne, sia a barile che tubolari, abbondante e variata la presenza di coralli duri ramificati, mentre, a maggiori

PALAWAN
A Palawan, una delle aree più selvagge e spettacolari da scoprire durante un tour delle Filippine, si trovano numerosi punti di immersione che presentano caratteristiche molto differenti fra loro. 
Sotto la superficie del mare si trovano fondali ricchi di varie specie di coralli e pesci corallini. La protezione dell'ambiente sottomarino è assoluta, i punti di immersione sono tutti segnalati da boe dove si ormeggiano le imbarcazioni; i fondali sono contraddistinti da pareti verticali che scendono a profondità accessibili a subacquei di qualsiasi livello. A Las Tres Marias, pinnacoli madreporici che bucano la superficie, le pareti sono abbellite da ventagli di fiorite gorgonie e tra le formazioni coralline si trovano decine di nudibranchi di vari tipi, tutto il campionario dei pesci tropicali endemici della zona e numerose "Blue Ribbon Eel". A Paguglaban, gli amanti delle forme di vita piccole ed estremamente rare potranno trovare moltissimi soggetti davvero strani e coloratissimi: granchi-orango, pesci pagliaccio dalla livrea rosso acceso, cernie blu, ecc. Le immersioni sono tutte molto tranquille ed in assenza di corrente, la densità non eccezionale di pesce di grossa taglia è trascurabile a confronto della straordinaria diffusione e diversità della vita bentonica. Comunque, nei 20 punti di immersione della zona, si possono incontrare anche tartarughe, delfini, mante e squali balena.

 

DOUMAGUETE
Apo Island è un vero gioiello naturale, area marina protetta dal 1982. Le sue pareti sommerse sono densamente ricoperte da un’incredibile varietà di coralli molli e madreporari. I punti più famosi sono: Coconut Point, dove tutto è di dimensioni inusuali, dai coralli ai pesci, la zona è residenza di un banco di pappagalli dal corno davvero impressionanti; Rock Point, dove a mezz’acqua nuotano sciami di pesci farfalla ed è facile l’incontro con gli squali; Chapel Point con le spettacolari fioriture di corallo ed il brulicare di pesci di barriera; Marine Sanctuary con l’incredibile Clownfish City, un pinnacolo madreporico completamente colonizzato da anemoni attorno ai quali nuotano centinaia di pesci pagliaccio.
Oltre ad Apo Island vengono effettuate immersioni in altre aree come Dauin, altro santuario marino dove ci si immerge su due relitti: uno si tratta di un “banka”, la tipica imbarcazione filippina, che è divenuta una stazione di pulizia frequentata anche dalle mante; l’altro, a solo 100 mt., è la carcassa di un’auto trasformata in casa da una miriade di pesci; Siaton e Ducomi Pier a Bacong, paradiso per gli amanti della fotografia per la grande varietà della vita marina.

SIPALAY
Le immersioni da Sipalay sono molto variegate: relitti di navi, giganteschi giardini di corallo, barracuda, murene, pesci napoleone, tonni barracuda, squali, tartarughe, nudibranchi, cavallucci pigmei, una grande varietà di specie rari sul reef: ogni immersione è una vera scoporta. Un luogo ideale per appassionati di fotografia macro e per effettuare eccellenti immersioni anche notturne.

Dive Spot:
- Kevin's Reef: eccellente house reef con una grande ancora antica 9 metri di profondità. Max. profondità di 25 metri.
- A Rock: belle rocce coralline circondata da sabbia bianca. Profondità 10-18 metri. 10-18m
- Grand Canyon: un gran Canyon dove immergersi è come attraversare un labirinto. Profondità da 6 a 15 metri.
- Disneyland Bella immersione con coralli e abbondanza di lion fish.. Eccellente per immersioni notturne. Profondità. 5-12m
- Toscana reef : House reef con un drop off profondità 6-28m
Relitti:
- Coca Cola: Il personale di Easy Diving dopo una ricerca di quasi un’anno ha trovato un relitto nella baia di Campomanes, un cargo affondato circa 25 anni fa che trasportava Coca Cola, da qui il nome.
- MS JOJO relitto in ottime condizioni e ricco di lion fish. 
- SS Panay : relitto della seconda guerra mondiale. Questa nave da guerra è stata colpita dai giapponesi nel marzo 1942, al suo interno ancora ci sono le maschera antigas e altri reperti. 
- ELCO RELITTO piccolo relitto con molti coralli e abbondanza di pesci.
Pareti:
- Mistery Wall un bel Drop Off che inizia a 35 ed arriva fino a 70 metri. Solo per Deep Divers. Avvistamento tra l’altro di tartarughe di grandi dimensioni.
- Blue Wall: fino a 45 metes. Solo per subacquei esperti. 17-47m
- Eva's point: Drop off wall da 4 a 33 . Semplicemente fantastico.
- Eva's point extension: Estensione verso un giardino di corallo
- Manta Drop: fantastico Drop off da 15-35 metri. Pieno di fan coral.
- Habok Habok: bella parete con diverse cracks e Canyons. Profondità da 1 a 16m.
Sunken Island:
- Sunken Island: Isole sommerse con abbondanza di pesci e coralli ottima immersione
- Ayers Rock isola fantastica affondata con coralli meravigliosa e ricca di pesce a 18-35 metri di profondità. fino a 35m
- Marco Polo una barriera corallina fantastica, con centinaia di pesci e possibilità di incontrare gli squali.
- Da-West bella barriera corallina, moltissimi pesci grossi come il barracuda, tonni, razze e squali. Ottimo per video e fotografia subacquea. 
- Clara Reef il reef inizia a 11 mt. fino a raggiungere i 30 mt. molti pesci farfalla e ottima visibiltà.

Nei vari punti di immersione chiamati MA-ASIN grandi giardini di corallo, come a Black rock.

MALAPASCUA
A Malapascua si trovano una grande varietà di siti di immersione, pesce grande, macro, immersioni in scogliere, a parete, muck dives, relitti e molto altro. 
Monad Shoal è un'isola subacquea a 200 metri dal drop off, ed è famosa come l'unico luogo al mondo dove è possibile vedere ogni giorno lo squalo volpe. Mante giganti e altri pelagici si possono incontrare tutto l’anno.
Gato Island è uno dei punti di immersione più famosi di Malapascua, un vero e proprio santuario dei serpenti marini dove se ne possono incontrare di vario tipo, oltre a seppie (anche durante l’accoppiamento), cavallucci marini, nudibranchi , pesci rana, pesci scorpione, ma anche squali pinna bianca, squali bamboo e squali gatto. 
Per gli amanti della macro “Nudibranch City” rappresenta l’immersione perfetta per poter vedere nudibranchi di ogni tipo.
Malapascua è uno dei pochi posti al mondo dove è possibile vedere il mandarinfish durante l’immersione al Lightouse effettuata generalmente al tramonto per apprezzare al meglio la frenetica vita marina. Nelle vicinanze vi è anche un relitto della seconda guerra mondiale posizionato in acque poco profonde dove poter incontrare barracuda, paguri, polpi, pesci ago, serpenti di mare…
A Lapus Lapus è ci sono splendide formazioni di corallo sia duro che molle dove si trovano lionfish, frogfish, labridi, diverse specie di gamberetti e nudibranchi e granchi porcellana, ottimo sito per la macro.

Torna indietro