Diving in Malesia

I fondali malesi, fra i più spettacolari del mondo, sono un ecosistema con una altissima biodiversità: nella stessa immersione si possono vedere sterminati giardini di corallo popolati da minuscoli organismi, mante, squali, e altri pelagici. G.i incontri che si possono fare sono tutti emozionanti, spaziando dal raro "cavalluccio fantasma" ai banchi di squali martello, passando attraverso un vasto campionario di pesci dalle forme e dimesioni fantastiche. Le immersioni nella parte del Borneo Malese sono uniche e indimenticabili! Sipadan è un must dei siti di immersione mondiali; da diversi anni ormai i resort non sono più presenti sull'isola, quindi per effettuare immersioni nel parco marino di Sipadan si può soggiornare in una delle isole circostanti: Kapalai, Mabul, Mataking o Pom Pom. Da non dimenticare l'isola di Lankayan, deliziosa isola, un vero gioiello nel Borneo. Il Layang Layang Resort costruito su un'isola artificiale è aperto da marzo a fine agosto, rinomato per gli incontri con gli squali martello.

 

Avvistamento di una tartaruga nel mare della Malesia

LANKAYAN
I fondali attorno a Lankayan offrono spettacoli unici e sono abitati da creature strane e rare tanto da farne un vero e proprio paradiso per macrofotografia: addirittura alcune specie qui rinvenute non sono ancora state classificate. I fondali sono caratterizzati da vaste formazioni coralline con enormi gorgonie dai colori brillanti, alberi di corallo nero e spugne di vari tipi, ma la particolarità di questo angolo di paradiso sommerso è la stupefacente concentrazione di piccoli organismi, fra cui il raro "cavalluccio fantasma" e numerose specie di nudibranchi. 
I fondali sabbiosi sono il regno dei Gobidi ed esplorando i fondali detritici ci si imbatte spesso in uno strano abitante del substrato che si affaccia al suo buco con i grandi occhi sgranati e la bocca aperta dove sono in incubazione le uova: il Jawfish. Ma durante le immersioni lungo i pianori dei reef di Lankayan non si trovano solo "microsoggetti": in vari punti si possono incontrare squali leopardo, nutrice e pinna bianca, vere nuvole di glass-fish e variopinti fucilieri, imponenti pesci pappagallo dal corno e verso aprile/maggio sono frequenti gli incontri con gli squali-balena che popolano i bassi fondali intorno a Lankayan per la riproduzione. 
Infine, un'immersione molto particolare è quella sul Lankayan Wreck, relitto di un peschereccio battente bandiera di Hong Kong che pescava illegalmente in acque malesi, che è diventato la dimora di numerosi caratteristici frog fish e dove è facile imbattersi anche in banchi di barracuda e carangidi. 

 

Scatto durante un'immersione subacquea in Malesia

SIPADAN / KAPALAI
Isola di Sipadan: il sogno nel cassetto di tutti i subacquei e una tappa immancabile dei tour della Malesia! L'isola, a differenza delle altre isole del Sabah che poggiano sulla piattaforma continentale, sale alla superficie partendo da una piattaforma di oltre 600 metri, essendo la parte emersa di un cono vulcanico sottomarino che si è formato milioni di anni fa. Uno degli spettacoli naturali che hanno reso famosa Sipadan è il carosello argentato di migliaia di barracuda di grossa taglia che nuotano in cerchio: entrare e nuotare nel lento vortice procura un'emozione davvero forte. Un altro incredibile spettacolo è costituito dai banchi di carangidi che, compatti, si accalcano con il muso rivolto verso la leggera corrente e si spostano all'unisono come se seguissero schemi coreografici ben precisi riflettendo la luce del sole. Gli squali si incontrano praticamente in tutte le immersioni: pinna bianca, grigi, leopardo, martello. Un discorso a parte meritano le tartarughe marine che a centinaia vivono e si riproducono attorno a Sipadan e principalmente per la loro tutela l'isola è stata definitivamente chiusa al turismo terrestre.

I fondali di Kapalai sono il trionfo delle immersioni finalizzate alla ricerca di rare, piccole e spettacolari forme di vita: il regno delle cosiddette "muck dives". I punti di immersione offrono una varietà di soggetti per la macro difficilmente riscontrabili altrove: dragonfish, antennaridi dai brillanti colori, mandarin, pesci foglia e centinaia di altri soggetti incredibili per forme e colori. Non mancano comunque murene di grandi dimensioni, frog fish, carangidi, gobidi, crostacei, anemoni con relativi pesci pagliaccio, pesci coccodrillo, pesci flauto e vari altri esemplari di pesci di barriera. 

 

MATAKING
I fondali attorno a Mataking offrono immersioni molto interessanti. La vita corallina è rigogliosa: madreporari e soft corals si sviluppano in grande concentrazione, con dimensioni e colori spettacolari; si avverte subito che il fondale è praticamente ancora vergine e poco frequentato. La qualità e varietà di immersione è ottima: si inizia dall'house reef che dista pochi metri dalla spiaggia dove si incontrano gruppi di platax, chirurghi, carangidi e bande di enormi pesci pappagallo dal corno.
Da non perdere le immersioni in parete, come ad esempio D'Wall, dove sono facili gli incontri con pelagici come barracuda, carangidi e squali di barriera. I una zona particolare vi è la possibilità di assistere al corteggiamento dei mandarinfish, un'esperienza unica e coinvolgente. 

 

LAYANG LAYANG

L'atollo di Layang è caratterizzato da pareti mozzafiato abbellite da gorgonie giganti e da coralli che creano fantastici dedali e canyon. Tutta l'area è frequentata da grandi pelagici come squali leopardo, squali grigi, napoleone, tartarughe, ma l'attrattiva più forte è costituita dai banchi di squali martello che passano vicino al reef: un incontro di grande emozione. I 14 punti di immersione sono raggiungibili in un tempo variabile da 10 a 20 minuti.

 

Torna indietro